Liceo Statale Carlo Porta Erba

Progetto Milhouse: facciamo rete contro i bulli

Bullout

Partners: Istituto Comprensivo Statale G. Puecher, Società Cooperativa Sociale San Vincenzo Onlus, CFP Erba Padre Monti Impresa Sociale Srl, ISIS G.D. Romagnosi, Liceo Statale Carlo Porta, Consorzio Concerto Società Cooperativa, Università E-Campus e Cooperativa Sociale Aldia.

Il progetto si propone l’obiettivo di fornire una risposta concreta ai fenomeni sempre più dilaganti e talvolta sommersi di bullismo/cyberbullismo/sexting attraverso l’attivazione di percorsi di:

1. informazione e sensibilizzazione, volti alla costruzione di una maggiore consapevolezza dei fenomeni e allo sviluppo di un dialogo intergenerazionale sulle tematiche oggetto di bando.

  • azione 1 – comprensione e contrasto del sexting;
  • azione 2 – laboratorio teatrale e teatro forum;
  • azione 3 – video interviste per indagare conoscenza preliminare dei fenomeni.

2. formazione/prevenzione attraverso il coinvolgimento pratico ed attivo dei soggetti target.

  • azione 4 – peer education;
  • azione 5 – formazione genitori/docenti/rete familiare;
  • azione 6 – il pugilato olimpico inteso come attività sportiva per prevenire e sconfiggere forme di violenza;
  • azione 7 – laboratori di educazione alle differenze.

3. contrasto/sostegno/recupero per vittime ed autori di atti di bullismo e cyberbullismo.

  • azione 8 – potenziamento di sportelli d’ascolto all’interno degli Istituti (di primo livello) e creazione di uno sportello d’ascolto sovraterritoriale (di secondo livello) per casi conclamati.

Il percorso nel dettaglio intende:

  1. realizzare attività di sensibilizzazione, informazione e formazione per portare giovani/docenti/genitori/rete familiare a conoscenza delle nuove forme di bullismo e cyberbullismo;
  2. favorire, grazie al coinvolgimento attivo di referenti scolastici/docenti/genitori/rete familiare/giovani, lo sviluppo e il consolidamento di una policy di contrasto basata sul confronto tra pari e con il mondo adulto;
  3. realizzare programmi di sostegno a favore di minori vittime ed autori di atti di bullismo e di cyberbullismo attraverso il supporto di competenti figure professionali e il coinvolgimento di associazioni e istituzioni al fine di rendere studenti/insegnanti/genitori/ familiari/giovani o tutori sempre più: consapevoli di un utilizzo propositivo del web e delle opportunità/insidie che esso offre per la vita personale e sociale; responsabili delle proprie emozioni, del proprio comportamento e dell’altrui emotività; padroni del proprio corpo, della frustrazione, della paura, della sconfitta e dell’umiliazione; promotori di una cultura del rispetto dell’altro e delle diversità.